Lo sport femminile nel fascismo

Posted on by

Accademia fascista maschile di educazione fisica

lo sport femminile nel fascismo

For Teachers: Raise your hand for better lesson plans. We have the world's largest presentation database, so whether you're discussing.

2017    tappa san candido piancavallo

To browse Academia. Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. By using our site, you agree to our collection of information through the use of cookies. To learn more, view our Privacy Policy. Log In Sign Up. Ondina Valla e lo sport femminile durante il fascismo La Camera Blu.

L' Accademia fascista maschile di educazione fisica , o Accademia fascista della Farnesina , fu un ente di formazione politico-sportiva attivo in Italia durante il periodo fascista. Fu ospitato inizialmente presso l'Accademia militare di educazione fisica della Farnesina. L'istituto avrebbe dovuto svolgere una funzione essenziale: formare gli insegnanti di educazione fisica delle scuole e gli istruttori ginnico-sportivi dell' Opera nazionale balilla ONB. La Scuola assunse, infatti, il ruolo di centro per la formazione della dirigenza maschile delle organizzazioni giovanili fasciste. L'istituto doveva garantire all'organizzazione giovanile fascista la classe di educatori-dirigenti di cui aveva bisogno. Anche i programmi subirono delle modifiche.

The Academia della Farnesina , also known as the Accademia fascista maschile di educazione fisica or Accademia fascista della Farnesina , was a center for sport and political education in fascist Italy. However, the lack of youth leaders obliged Renato Ricci , president of the ONB, to partially change the aims of the Institute. As a consequence, the school became the most important center for training the male leadership of the Fascist Youth Organisations. Study at the Farnesina lasted two years. After students obtained their certificate, they attended a nine-month apprenticeship.

To browse Academia. Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. By using our site, you agree to our collection of information through the use of cookies. To learn more, view our Privacy Policy.

Il patriarcato fascista teneva per fermo che uomini e donne fossero per natura diversi. La concezione antifemminista fu parte del credo fascista al pari del suo violento antiliberalismo, razzismo e militarismo. Il fascismo italiano fu un movimento camaleontico che cambiava colore secondo i potenziali alleati e il mutevole terreno politico del primo dopoguerra. Per giustificare questa ambizione faceva riferimento a 2 argomenti dichiarati ed a uno sottointeso. Il terzo motivo, mai esplicitamente dichiarato, era di ristabilire le differenze tra uomo e donna che erano state sconvolte durante la guerra. Da una parte fu energicamente normativa. Per correggere questi vizi lo Stato fascista ambiva a modernizzare il parto e la cura dei figli.

.



Il Fascismo e lo sport

.

-

.

Accademia della Farnesina

.

.

.


parcheggi aeroporti di roma

.

.

.

3 thoughts on “Lo sport femminile nel fascismo

Leave a Reply